Progetti

ArciLesbica Zami è anche un team progettuale

ArciLesbica Zami realizza progetti destinati ad aumentare la visibilità delle lesbiche ed a contrastare azioni di contrasto all’omofobia, anche in collaborazione con altre realtà associative.

I progetti si pongono due obiettivi fondamentali:
 difendere le lesbiche dalle discriminazioni;
• potenziare la visibilità delle lesbiche

Qui di seguito un elenco dei progetti più recenti:

Nella primavera del 2015, ArciLesbica Zami ha presentato Welcome Home a Milano, in tutte le 9 zone della città, ospitando le autrici per l’ultima proiezione all’interno del 13° Festival del Cinema Italiano visto da Milano, allo spazio Oberdan.
Abbiamo proposto il documentario in spazi diversi: biblioteche, circoli culturali, associazioni lgbt, luoghi istituzionali; il tema scelto da Silvia Radicioni e Silvia Maggi e’ coinvolgente perche’ trasforma il pensiero disturbante dell’invecchiare in orizzonte possibile di socialita’ attiva e libera per le persone lesbiche, gay e trans anziane. Le famiglie d’origine, anche quando sono amorevoli, non possono offrire a una persona queer una quotidianita’ a misura del suo stile di vita, e’ per questo che il Lebensort Vielfalt di Berlino e’ una Casa di riposo e di attivita’ che ha entusiasmato le spettatrici e gli spettatori delle proiezioni e noi in primo luogo, che auspichiamo una vita migliore per le persone, in cui non sertirsi soli o inutili o impauriti. Welcome Home e’ stato apprezzato anche dagli specialisti per la discrezione del filmato, oltre che per il soggetto.

 

 

 

 

Arcilesbica Zami Milano

E' costituita un'Associazione culturale laica, antifascista, antirazzista, senza scopo di lucro, costituita e diretta esclusivamente da donne, denominata: ARCILESBICA ZAMI con sede a Milano. La durata dell'Associazione è illimitata. L'associazione persegue la finalità di promuovere attività di aggregazione per le donne, e in particolare per le lesbiche, e di dare visibilità, sul piano politico, culturale e dei diritti, alle lesbiche, promuovendone l'affermazione dell'identità e la diffusione della cultura.
Arcilesbica Zami Milano
Arcilesbica Zami Milano3 giorni fa
Buone vacanze d'estate, a chi è già in ferie e a chi ancora no ma tra un po': auguri delle più belle emozioni
Arcilesbica Zami Milano
Arcilesbica Zami Milano4 giorni fa
Lettura molto interessante, anche in ebook:
Penelope alla peste, di Veronica Passeri, con l'introduzione di Giovanna Botteri
La pandemia raccontata dalla donne. Quattordici storie dentro la quarantena. C’è Barbara, anestesista, e il suo grido d’accusa – «C’è troppa gente in giro!» – mentre negli ospedali si muore e mancano i respiratori e i posti letto; c’è Nicole, psicologa, che ascolta i fantasmi degli operatori sanitari a fine turno; Lucia, fisico medico, che guarda la pandemia – e l’Italia – dalla Cina; Rosanna, che festeggia dietro a un vetro i suoi ottantasei anni, ma quando sente una sirena torna bambina, è di nuovo il 1943. E poi c’è Irene, sei anni, la casa dei nonni che sembra “scomparsa” dal pianerottolo e c’è Cinzia, che vede le sue donne partorire sempre più sole.