Pubblicato il volume “Noi, le lesbiche”

Pubblicato il volume “Noi, le lesbiche”

ZamiAdmin No Comments

Pubblicato ad aprile 2021, per i tipi de Il Dito e la luna:

Noi, le lesbiche. Preferenza femminile e critica al transfemminismo

scritto da cinque attiviste di ArciLesbica

Questo libro illustra il dibattito sul concetto di identità di genere in Italia e tratteggia il senso attuale della politica lesbica.

VUOI SAPERNE DI PIU’?

Ciao, Nadia

ZamiAdmin No Comments

“Non mi rompete i collant”. Nadia brillante, tagliente, divertente e geniale aveva spassose versioni femministe anche delle comuni imprecazioni.
La ricordiamo cosi’.

Flavia Franceschini ha incontrato Nadia Riva nella primavera del 2019 in preparazione della mostra ‘Milano e 50anni di movimento lgbt’, da quell’incontro è nato questo articolo che si trova al sicuro nel catalogo della mostra (Ed. Il Dito & la Luna, p.91, I luoghi delle donne):

Vicine vicine, il calendario 2021 di ArciLesbica – mese di aprile

ZamiAdmin No Comments

La foto di aprile 2021 oscurata da Facebook!

Luogo di ristoro

ZamiAdmin No Comments

ArciLesbica Zami mette a disposizione delle socie – e di tutte – una pagina dove reperire risorse utili a trovare ristoro in questo lungo periodo di auto-confinamento.

Per chi ha più tempo a disposizione, per chi è preoccupata per le persone care, per chi sta lavorando da casa e anche più di prima, per chi si sente sola, per chi sogna di tornare a viaggiare presto, per chi aveva pensato milanononsiferma e poi si è dovuta ricredere, per chi è al fronte in ospedale o in RSA e deve riprender fiato per non soccombere alla fatica, per chi ha perso momentaneamente i punti di riferimento, per chi sta reprimendo la rabbia contro le istituzioni. Questa è il posto dove trovare link di risorse per distrarsi e per ristorarsi.

Sheila Jeffreys a Milano – 1 marzo 2019 -> RINVIATO

ZamiAdmin No Comments

Care tutte,
l’Ordinanza di Regione Lombardia del 23 Febbraio 2020 ha disposto “la sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato, anche di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi aperti al pubblico” fino a nuovo provvedimento.

Siamo percio’ costrette a rinviare il Convegno “Le donne soggetto del femminismo” previsto il 1 marzo 2020.

Festa prima delle feste: Anni ’20 Party – 15 dicembre 2019

ZamiAdmin No Comments

La festa prima delle feste di ZAMI contiene diversi ingredienti:

  • una LOtteria con premi LEtterari
  • un divertissement teatrale di e con Stella Zaltieri Pirola
  • cioccolata calda con annessi dolciumi
  • brindisi e armonia

Appuntamento domenica 15 dicembre dalle 17:00, a Milano, in via Spallanzani 6 cit. 48.

L’appuntamento è particolarmente rivolto a chi sa come non bruciare la cioccolata 🙂

Arcilesbica Zami Milano

E' costituita un'Associazione culturale laica, antifascista, antirazzista, senza scopo di lucro, costituita e diretta esclusivamente da donne, denominata: ARCILESBICA ZAMI con sede a Milano. La durata dell'Associazione è illimitata. L'associazione persegue la finalità di promuovere attività di aggregazione per le donne, e in particolare per le lesbiche, e di dare visibilità, sul piano politico, culturale e dei diritti, alle lesbiche, promuovendone l'affermazione dell'identità e la diffusione della cultura.
Arcilesbica Zami Milano
Arcilesbica Zami Milano1 settimana fa
Vogliamo la legge contro l'omotransfobia, con la correzione degli errori che contiene il ddl Zan
Arcilesbica Zami Milano
Arcilesbica Zami Milano2 settimane fa
La presidente di ArciLesbica Cristina Gramolini dice che non deve essere più consentito insultare impunemente le persone lesbiche, gay e trans, ma ciò non significa approvare il ddl Zan così com'è, bisogna emendare le attuali definizioni perché sono sbagliate, ad esempio "occorre utilizzare i termini transessuale, transessualità invece che l'espressione -identità di genere- che minaccia i diritti delle donne, e ci sono altri cambiamenti che abbiamo richiesto a senatrici e senatori e reso di pubblico dominio con una petizione sottoscritta da centinaia di persone di sinistra".